BLOG

Canto di Natale di Charles Dickens: una storia che non muore mai!

Onoreró il Natale nel mio cuore, e cercheró di conservarmi in questo stato d’animo per tutto l’anno. Vivró nel passato, nel presente e nel futuro, e i tre spiriti saranno sempre presenti in me. 

“Canto di Natale” di Charles Dickens è una storia che non muore mai. Sempre attuale, intensa ed emozionante: da leggere ai figli e ai nipoti la notte della vigilia di Natale.

 

La Trama

Di cosa parla però il libro? Per chi non se lo ricordasse, “Canto di Natale” narra l’incontro del signor Scrooge, uomo avaro ed egoista, ostile al Natale, con tre spiriti, quello del Natale passato, del Natale presente e del Natale futuro. Ogni fantasma gli mostra una parte della sua vita, sciogliendo lentamente il suo cuore di ghiaccio. Scrooge scoprirà la magia del Natale, fino a diventare una persona gentile e altruista.

Dove trovarlo

Il libro fa parte, inoltre, della raccolta “Grandi Storie”, collana che include i grandi classici della letteratura, adattati ai bambini. “Canto di Natale” è stato inserito anche in una raccolta specifica, dedicata interamente al Natale, disponibile su Curcio Store. Ideale per essere un regalo da spacchettare proprio il 25 Dicembre: il romanzo, scritto nel 1843, ripropone ancora una volta la famosa storia di Dickens, trasformata, inoltre, anche in un film nel 2009.

La magia del Natale

Quindi davvero, “Canto di Natale” è una storia che non muore mai. Riesce a immergerci nell’atmosfera natalizia e a farci comprendere il vero significato del Natale. Questa festività vive nei nostri cuori, la portiamo dentro, ci invoglia a essere migliori.

“Canto di Natale” è l’essenza del vero Natale, è una storia immortale perché tutti siamo un po’ il signor Scrooge e tutti, prima o poi, scopriamo la bellezza di questa festività. Siamo il signor Scrooge nei nostri giorni bui, quando tutto va male e ci scordiamo cosa sia la magia. Ma siamo il signor Scrooge anche quando facciamo i conti con ciò che siamo stati, con ciò che siamo adesso e con ciò che saremo un domani.

“Canto di Natale” ci ricorda di vivere imparando dal passato, in attesa del futuro, non dimenticandoci, però, che è la storia del nostro presente che conta.

 

Elena Calabrese