LIBRI

Il ritratto di Dorian Gray

 Innocenza e perdizione: in ciascuno di noi sono presenti l’inferno e il paradiso

15.10

Nella Londra vittoriana del XIX secolo, la vita di un giovane ragazzo di bell’aspetto, Dorian Gray, inizia a essere stravolta quando riceve in regalo dall’amico pittore, Basil Hallward, un ritratto che lo immortala nel pieno del suo splendore. Sotto l’influenza di Lord Henry Wotton, Dorian inizierà a considerare la giovinezza e l’aspetto esteriore come gli unici veri valori per un uomo, tanto da arrivare a invidiare il suo stesso ritratto: sulla tela sarebbe rimasto eternamente bello e giovane mentre, nella vita, sarebbe inesorabilmente invecchiato. L’esaltazione del piacere da cogliere al volo e della bellezza fine a se stessa lo porteranno, però, a stringere un patto pericoloso.

 

 L’AUTORE

 Oscar Wilde nasce a Dublino il 16 ottobre 1854. Oltre a essersi imposto come affermato scrittore, è stato poeta, giornalista e saggista: un personaggio davvero poliedrico del mondo letterario vittoriano e decadentista. Figura controversa all’interno della società coeva, instancabile viaggiatore, il suo percorso di vita è stato un “eccesso di eccessi”, alla continua ricerca di quell’inafferrabile “di più” che ha caratterizzato la sua personalità, facendo della sua vita “un’opera d’arte”. Autore di racconti, saggi, poesie e opere teatrali, è ricordato soprattutto per il suo unico romanzo, Il ritratto di Dorian Gray.

50 disponibili